Una scuola vera ed efficiente

“height=""

Prime attività del Progetto Erasmus+ “Was uns bewegt”

1.1K 0
  • Il 20 ottobre 2016 la prof. Di Taranto ha partecipato alla Giornata formativa La scuola campana nella società multiculturale organizzata dall’USR Campania presso Città della Scienza. E’ stata l’occasione per prendere contatto con la Cooperativa Sociale Dedalus, che si occupa di accoglienza e integrazione di migranti e rifugiati, e la prof. Daniela Barretta del Liceo Villari, referente del Progetto L’Europa inizia a Lampedusa. Insieme sono state concordate le modalità di collaborazione per la realizzazione del progetto e l’organizzazione di un seminario specifico da tenere presso la nostra scuola nel mese di dicembre.

Giornata formativa La scuola campana nella società multiculturale

  • Nei giorni 17 e 24 novembre 2016 le classi 3D e 4D si sono recate presso le OFFICINE GOMITOLI, il Centro interculturale per l’incontro e la convivenza delle differenze della Cooperativa Sociale DEDALUS con sede all’interno del complesso architettonico di S. Caterina a Formiello, accompagnati dai proff. Di Taranto, Lombardi, Pavanini e Spatarella.

Gli incontri sono parte integrante del programma di attività del progetto di mobilità lunghe Erasmus Plus Was uns bewegt, in corso presso il nostro Liceo, la cui tematica verte sulla questione della migrazione e dei rifugiati.

Gli studenti hanno partecipato al laboratorio didattico “REWINDApprendere dal passato per cambiare il futuro”, un percorso formativo che a partire dalla conoscenza della storia e della situazione attuale delle migrazioni nella realtà nazionale e locale è stato finalizzato a promuovere il dialogo interculturale, per valorizzare i patrimoni culturali di origine dei ragazzi e delle ragazze migranti e per favorire il processo di integrazione.

L’esperienza è stata vissuta molto intensamente dai ragazzi che si sono confrontati con giovani migranti di seconda generazione di origine polacca, ucraina, cinese e tunisina che operano attualmente come mediatori culturali per conto di Dedalus. I nostri allievi hanno inoltre avuto l’opportunità di incontrare un gruppo di minori non accompagnati, sbarcati nel mese scorso a Napoli, ospitati presso il Centro Polifunzionale S. Francesco di Marechiaro, gestito dal Comune di Napoli. I ragazzi seguono un percorso di integrazione con gli operatori del Centro Interculturale Nanà che fa capo a Dedalus e con i quali hanno interagito anche in lingua inglese e francese.

A partire dalle testimonianze e dai materiali raccolti, gli studenti realizzeranno un prodotto multimediale che sarà presentato agli altri partner europei del progetto Erasmus Plus in occasione dell’incontro collettivo dei partner del progetto che si terrà a Strasburgo dal 12 al 17 dicembre 2016 al quale parteciperanno le cinque allieve selezionate per le mobilità lunghe.

Alcune immagini dell’incontro del 24 novembre con gli esperti di Dedalus e i minori migranti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi